Parco Nazionale Plitvice – Croazia

Il Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice occupa una superficie di 33.000 ettari ed è formato da 16 laghi dalle acque pure e incontaminate alimentati dai fiumi Bijela Rijeka e Crna Rijeka (Fiume Bianco e Fiume Nero) e da sorgenti sotterranee che sono collegati tra loro tramite una serie di cascate. Al suo interno ci sono una serie di grotte di cui solo una piccola minoranza è agibile. Il Parco si trova in Croazia nel complesso montuoso di Lička Plješivica a metà strada tra Zagabria, a 140 km , e Zara, 155 km, in Dalmazia. Distante da Trieste 215 km.

Nel 1949 divennero il primo parco nazionale croato e nel 1979 furono proclamati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. E’ possibile visitarli tramite una rete di sentieri e da 18 km di passerelle di legno a pelo d’acqua oppure si possono utilizzare battelli elettrici, trenino, bici e barche. Inoltre ci sono varie possibilità di alloggio in alberghi e campeggi che si trovano nei villaggi che si trovano nei dintorni del parco.

Periodo ideale per la visita dei laghi è senza dubbio maggio\giugno, periodo in cui la vegetazione è in piena fioritura e i laghi colmi d’acqua. La vegetazione che si trova all’interno del Parco è arricchita da toni di verde, boschi ricchi di pini bianchi, di abeti rossi, di salici, di carpini e di frassini che regalano una varietà di colori durante il periodo autunnale.

Il Parco nazionale di Plitvice è diviso in due parti: nella parte superiore i laghi si trovano in una valle dolomitica circondati da foreste e collegati da cascate, e nella parte inferiore in cui si ci sono laghi più piccoli e vegetazione più bassa. I laghi sono divisi da dei confini di roccia ricoperti di muschi e alghe che assorberndo il bicarbonato di calcio dell’acqua si incrostano e formano pareti di travertino creando le cascate. Questo preocesso che è sempre in evoluzione crea, nel tempo, diverse combinazioni modificando il paesaggio e formando delle dighe naturali che servono da sbarramenti per l’acqua. Il colore dei laghi è davvero stupendo, un azzurro irreale che cambia ripetutamente sfumature in base sia alla luce del giorno e sia alla quantità di minerali e organismi contenuti all’interno dell’acqua. La profondità massima del lago è di 46 metri.

Il Lago Kozjak è il bacino più grande, dove è anche possibile noleggiare barche a remi per poter raggiungere l’isoletta al centro del lago. Per raggiungere i laghi inferiori è possibile percorrere un sentiero fra boschi, cascate e grotte. Il Lago Milanovac è caratterizzato da una stupenda tonalità di verde e precede il Lago Gavanovac che nasconde la caverna Supljara.

Se si percorre la passerella che attraversa lo specchio d’acqua si arriva al al Lago Kaluderovac e a due maestose cascate, quella di Veliki Slap è alta 78 metri ed è la più grande di tutta la Croazia.

Il Lago Gradinsko è circondata dai canneti, dove le anatre nidificano, e da alcune cascate che lo collegano al Lago Galovac che accenna a una successione di piccole cascate e laghetti. Andando avanti s’incontra il Lago Okrugljak, il Lago Ciginovac e il Lago Proscansko immerso nei boschi. All’interno del Parco, tra i suoi boschi, vivono varie specie animali, tra cui 157 specie di uccelli, 50 di mammiferi come ad esempio orsi, lupi, cinghiali, lince, capriolo, volpi e tassi, 321 di lepidotteri di cui 76 di farfalle e 245 di falene.

Visitare il Parco Nazionale Plitvice

E’ possibile acquistare all’entrata del Parco la mappa dei laghi e dei vari percorsi. Nella mappa sono segnati i 16 laghi, le stazioni per la sosta; tra cui bagni e punti per il ristoro con tavolini; e 8 percorsi suddivisi in base al tempo che si impiega per percorrerli.

Il Parco rimane aperto anche in inverno ma i percorsi a disposizione sono ridotti e cambiano in base alla quantità di neve presente, i laghi e le cascate ghiacciate sono uno spettacolo che vale la pena vedere.

Il tempo che si impiega a visitare tutto il Parco Nazionale di Plitvice è di 6/8 ore camminando comprensive delle varie soste.

Gli aeroporti che sono più vicini al Parco sono quello di Zagabria che dista 140 km, o quello di Zara. Fuori l’aeroporto di Zagabria si trova la fermata per raggiungere la stazione principale degli autobus di Zagabria e da qui prendere uno dei bus che conduce ai Laghi di Plitvice, il viaggio ha una durata di due ore e mezza. L’aeroporto di Zara invece dista 130 km dal Parco Nazionale di Plitvice: scesi dall’aereo bisogna raggiungere la stazione degli autobus della città e imbarcarsi su un bus per i laghi , il viaggio ha una durata di circa 2 ore.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *