Nevada: Fly Geyser

Il Fly Geyser, conosciuto anche come Fly Ranch Geyser, si trova nel Deserto delle Rocce Nere in Nevada (Stati Uniti) ed è una formazione rocciosa davvero spettacolare. Negli anni 60 l’acqua, riscaldatasi grazie all’energia geotermica del sottosuolo, trovando una crepa nelle rocce ed essendo sottoposta a forte pressione, ha dato vita a questo getto d’acqua spontaneo e straordinario che ha portato quindi alla creazione di un geyser vero e proprio.

Geyser

L’acqua che sgorga dal geyser ha una temperatura di oltre 200 gradi quindi è preferibile non avvicinarsi troppo.

Il Fly Ranch ha però dei proprietari in quanto si trova all’interno di un ranch privato e per poterlo visitare è necessario chiedere il permesso. I bisnonni degli attuali proprietari del ranch fecero trivellare il suolo quasi un secolo fa alla ricerca di una fonte d’acqua. Durante gli scavi venne colpita casualmente una sorgente geotermale che da quel momento cominciò a sgorgare formando un getto d’acqua tra le rocce. La sua spettacolarità è dovuta all’azione di un’alga in grado di determinare la comparsa di tonalità brillanti e a dei batteri capaci di resistere ad alte temperature che con il passare del tempo hanno occupato i massi creando sulla sua superficie esterna stratificazioni di diversi colori nella struttura alla base del geyser.

 

La sua nascita è quindi grazie alla mano dell’uomo e al suo intervento per la costruzione di un pozzo sotterraneo, ma nonostante la sua origine la natura ha potuto effettuare il suo corso e creare un fenomeno così eccezionale. Dalla sua creazione ad oggi i getti d’acqua sono proseguiti in modo continuativo dando vita a un fenomeno equivalente al geyser naturale. La pressione e il calore della crosta terrestre spingono verso l’alto l’acqua sotterranea, che a causa del deterioramento della struttura del pozzo ha potuto trovare una via d’uscita.

Probabilmente l’aspetto primordiale del nostro Pianeta era molto simile alle rocce del Fly Geyser, popolato da batteri resistenti al calore e allo zolfo e che avevano fatto dell’acqua calda dei geyser il proprio habitat naturale.

Un’altra meraviglia del mondo 🙂

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *