Mistero: LA LANCIA DI LONGINO (che trafisse Gesù)

0

Conosciuta come la lancia di Longino, è l’arma con la quale il soldato romano trafisse il costato di Gesù Cristo. Gaio Cassio Longino (il cui nome Longino, deriverebbe dal greco longkhé che vuol dire lancia), con quel gesto, entrò nella storia.

Secondo il testi sacri, che spesso si confondo con la leggenda, il sangue di Gesù cadde sugli occhi del futuro Santo guarendo la sua parziale cecità. In seguito a questo miracolo, Longino si convertì al Cristianesimo, arrivò in Italia per diffondere il Vangelo e fu martire a Mantova nel 37 d.C. Nella Cattedrale della città, sono ancora conservati il sangue di Cristo, raccolto dallo stesso Longino, e un pezzo di spugna usato nel rituale della crocifissione per dargli da bere aceto.

Storia della Lancia sacra di Longino

La Sacra Lancia, nella storia è passata in numerose mani. E’ stata brandita da vari condottieri, che la impugnarono come simbolo di invincibilità in difesa della fede Cristiana. Da ricordare la battaglia di Ponte Milvio a Roma (312 d.C.), dove Costantino sconfisse le truppe di Massenzio e le vittorie di Ottone I che sancirono la supremazia germanica nei confronti dell’esercito ungherese.

Lancia che trafisse Gesù

Negli ultimi secoli la Lancia è stata conservata a Norimberga prima, successivamente spostata a Vienna, dove al suo interno venne introdotto un chiodo, ritenuto uno con i quali Gesù fu crocifisso. Attualmente si trova nella Stanza del Tesoro del palazzo dell’Hofburg nella capitale Austriaca.

Per questa reliquia, Hitler ebbe un grande interesse. Fin da quando da ragazzo visitando il museo di Vienna, vide per la prima volta la Lancia, il suo grande desiderio fu quello di possedere la Lancia. Quando, nel 1938, l’Austria fu annessa alla Germania, la Lancia fu spostata di nuovo a Norimberga nella Chiesa di Santa Caterina.

La speranza del Führer era quella di trasformare il suo esercito in un’armata invincibile grazie ai poteri della Lancia. Ma le cose andarono ben diversamente, dopo la sconfitta di Stalingrado, la Lancia fu spostata in un rifugio ed il giorno dell’occupazione alleata di Norimberga, il sindaco della città (unica persona a sapere dove fosse la Lancia) morì misteriosamente. La ricerca della reliquia divenne una priorità anche per gli Alleati, pare che lo stesso Churchill ne fosse particolarmente interessato, e fu ritrovata lo stesso giorno e pochi minuti dopo il suicidio di Hitler (30 Aprile 1945).

Varie leggende gravitano attorno a questi ultimi fatti. Una narra che il generale Patton, a capo della spedizione di ricerca, fu seriamente tentato dall’appropriarsi delle Lancia ma poi in una logica di buon senso desistette.

Un’altra vorrebbe che la Lancia sia stata sostituita da una copia, mentre l’originale imbarcata su un sottomarino nazista e nascosta successivamente sui ghiacci dell’Antartide. Da qui, in seguito, sarebbe stata recuperata da un fantomatico Ordine dei Cavalieri della Lancia Sacra, che la custodirebbero con l’obiettivo di mantenere la giustizia e la pace nel mondo.


Choose your Reaction!
Lascia un commento

La tua email non verrà resa pubblica.

Categorie del Blog
Membri attivi di recente
Foto del profilo di Andrea
Foto del profilo di Marica
Foto del profilo di Lina Toscano
Foto del profilo di UrumiKanzaki
Foto del profilo di Annalisa
Foto del profilo di Theshadow88
Foto del profilo di favola
Foto del profilo di Elisabetta
Foto del profilo di Paola
Foto del profilo di Stefano
Foto del profilo di Michela
Foto del profilo di Stregatto
Foto del profilo di Crumina
Foto del profilo di batman
Foto del profilo di Maiuri.net