Le caccole: mangiarle è salutare

0

Un team di studiosi canadesi, guidati dal dottor Scott Napper, ritengono che mangiare caccole sia salutare e rafforzi il sistema immunitario.

Dal muco nasale liquido, che fuoriesce dalle narici, si forma la caccola, ed è una secrezione di consistenza solida. Il muco, che è secreto dalle ghiandole mucipare, presenti nelle cavità del naso, è composto da mucina (è una proteina) e da acqua, ma può anche contenere enzimi antisettici quali il lisozima (che danneggia le cellule batteriche), anticorpi e lipidi.

Il principale compito del muco, oltre a tenere umida la cavità nasale, è proteggerla dalla polvere e dai batteri che potrebbero entrarvi. Essendo viscoso intrappola gli agenti esterni evitando che vengano inalati. Di norma il muco finisce in gola e nello stomaco, ma se si secca nel naso…tendiamo a rovistare…

In base a ciò che fin ora è stato detto le caccole non fanno male, se ingerite, anzi lo pneumologo austriaco Friedrich Bischinger sostiene che facciamo bene.

Mangiare le caccole fa bene alla salute?

In base a una sua ricerca, citata nella rivista scientifica inglese New Scientist, ingerire le “caccole” del naso stimola le difese naturali dell’organismo, in quanto il muco è un ricettacolo di microrganismi: il suo lavoro è quello di intrappolare batteri, funghi, virus e polveri, impedendo il l’accesso alle vie respiratorie. Per questo le caccole, giunte nell’intestino, attiverebbero l’azione protettiva degli anticorpi, rafforzando il sistema immunitario e quindi l’organismo.

Il nostro corpo impara a conoscere gli agenti patogeni ai quali è più esposto mangiandoli e così viene sottoposto a una sorta di vaccino naturale. Mangiare le caccole sarebbe più salutare che soffiarsi il naso. Al momento però sembra che questa sia solo una teoria che deve essere ancora verificata. Seguirà quindi uno studio clinico.

Gli scienziati sostengono che il 96,5 percento delle persone si mette le dita nel naso, in media 4 volte al giorno. Una normale pratica di igiene che diventa patologica quando la sua frequenza aumenta ossessivamente. Il 7,6 per cento della popolazione supera infatti i 20 interventi di “pulizia manuale”: questa malattia ha un nome, rinotillexomania.

Prima però di ingerire le caccole è meglio attendere ulteriori conferme da un medico.

Choose your Reaction!
Leave a Comment

Your email address will not be published.