Acquapendente (VT) – I Pugnaloni, festa di colori lungo la via Francigena

Il borgo di Acquapendente è un importante snodo fra Siena e Roma lungo la via Francigena, chiamata anche la Gerusalemme d’Europa per via della copia più antica del Santo Sepolcro custodito nella sua Cattedrale e immersa nel verde della riserva naturale del Monte Rufeno. Ad impreziosire ancor di più il paese vi è un evento affascinate e coloratissimo : i Pugnaloni.

Veduta Acquapendente

I Pugnaloni

Si tratta di un evento dalle origini molto antiche, all’inizio del XII sec. il popolo aquesiano, affamato dalla tirannia di Barbarossa, insorse e riuscì a tornare libero grazie ad un miracolo vissuto e narrato da due contadini. Un ciliegio, ormai secco, fiorì miracolosamente per volere della Madonna donando il coraggio per la ribellione. Il curioso nome dell’evento è giunto a noi come trasformazione data dal tempo del nome “pungolo”, un attrezzo agricolo che veniva adornato da fiori e fatto sfilare nella processione.

Municipio adornato con gli stendardi

Per realizzare uno degli eventi più floreali del bel paese, oggi, ci sono ben 15 squadre che si sfidano nella realizzazione di grandi quadri disegnati (3.60 x 2.60), iniziando un mese circa prima della notte che precede l’evento domenicale, dove vengono incollati fiori, foglie, piante di ogni tipo. (Importante incollare i petali nelle ultime ore notturne prima dell’espesizione per non perdere i colori vivi)

I ragazzi della Corte Vecchia durante il lavoro notturno

Come in tutte le gare sarà eletto un vincitore, l’evento avviene in piazza Girolamo Fabrizi , fra un tripudio di bandiere. Il tutto a seguito della processione, madre dell’evento.

Vincitore 2019, 1° Equipe Via del Fiore

Passeggiare per la cittadina, con i suoi vicoli, fra murales, chiese secolari, vedute eccezionali e sopratutto fra questi maestosi dipinti, disposti nei principali luoghi di interesse, regala emozioni uniche che sentiamo di consigliare vivamente.

L’uomo diventerebbe folle di sogni se i fiori brillassero nel cielo e non ai suoi piedi.
(Grigore Vieru)

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Marx ha detto:

    bellissima c’ero anche io

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *